Venduto all’asta per 300mila euro il fossile del dinosauro Henry di 75 milioni di anni fa

Condividi questo contenuto:

Il suo valore iniziale battuto all’asta era di 180mila euro ma è stato aggiudicato per ben 300mila euro. Così Henry, il fossile di dinosauro perfettamente conservato, è andato prima all’incanto a Milano, a Cambi Casa d’Aste, per poi trovare una nuova casa: resta un mistero il nome del compratore, certo però che era presente in sala. Il nuovo proprietario di Henry, un italiano, ha battuto un concorrente cinese in collegamento con l’Italia dall’estero. Interessato all’acquisto del dinosauro è stato anche un altro compratore anonimo anche lui al telefono dall’estero. Il fossile di dinosauro riproduce un giovane ipacrosauro vissuto 75 milioni di anni fa negli Stati Uniti, in particolare nel Montana. Le sue dimensioni non sono proprio ridotte, lungo 4 metri e alto un metro e mezzo pesa un quintale ed è composto al 70 per cento da ossa originali. Tra le sue caratteristiche quella di avere una cresta sulla schiena, come ogni ipacrosauro, che serviva a comunicare con i propri simili. Dopo il restauro in mano agli esperti di Zoic, tra i migliori in Italia in fatto di ricostruzioni di reperti, Henry è stato esposto in vetrina per settimane in attesa dell’asta. Resta un mistero inoltre dove verrà esposto, probabilmente in qualche soggiorno storico o nell’atrio di un palazzo di Milano. Quello che è certo è che ovunque vada c’è chi passerà ore a osservarlo.

di Francesco Franza

Fonte Foto: milano.corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *