La Galleria Vittorio Emanuele di Milano potrebbe diventare a numero chiuso per Natale

Condividi questo contenuto:

La Galleria Vittorio Emanuele di Milano, salotto buono della città a due passi dal Duomo, potrebbe diventare a numero chiuso in vista del Natale. L’obiettivo, evidente, è evitare affollamenti in quello che sostanzialmente è uno spazio chiuso e quindi la decisione potrebbe essere presa preventivamente prima di dover correre ai ripari, anche a causa del nuovo aumento dei contagi di coronavirus. Sul tema, domenica pomeriggio, si è espresso anche il sindaco Beppe Sala, che non ha chiuso all’ipotesi, anzi. Parlando a margine della presentazione del libro di Laura Boldrini a Book city, il primo cittadino si è detto “pronto ad ascoltare gli esperti perché alcune cose si possono fare”. “Ad esempio una l’abbiamo già fatta in settimana: ho detto che non si fa il concerto di Capodanno” in piazza, ha proseguito ricordando che anche quest’anno non ci sarà il tradizionale evento di fine anno davanti al Duomo. “Se dovessero chiederci di contingentare il numero di persone in Galleria, ha concluso Sala, sono disponibilissimo e pronto”. Anche perché non sarebbe una prima volta. Già a dicembre scorso, in piena seconda ondata di covid, era stata fatta una scelta identica. Il comune e la prefettura, d’accordo, avevano deciso di istituire il numero chiuso per la Galleria fino al 6 gennaio, proprio per evitare eccessivi assembramenti nel salotto della città. 

di Francesco Franza

Fonte Foto: milanotoday.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *