Seconde dosi sospese per gli under 60 vaccinati con Astrazeneca in Lombardia

Condividi questo contenuto:

Come già illustrato dalle direttive del Comitato Tecnico Scientifico, del presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli e successivamente del Ministero della Salute, la Regione Lombardia ha annunciato di aver riorganizzato la somministrazione della seconda dose a chi ha ricevuto il vaccino di Astrazeneca. In una nota, la Direzione generale del Welfare della Lombardia ha fatto sapere che: “da sabato 12 giugno, secondo quanto disposto dal Comitato Tecnico Scientifico, le seconde dosi agli over 60 vaccinati con Astrazeneca saranno fatte con lo stesso vaccino. I richiami delle persone under 60 vaccinate in prima dose con Astrazeneca verranno invece effettuate con un altro vaccino”. La Regione Lombardia ha poi ricapitolato quali sono i vaccini somministrati ai cittadini delle varie fasce d’età, ricordando che tutti i ragazzi di età compresa tra i 12 e i 17 anni ricevono solo ed esclusivamente Pfizer. Per i cittadini tra i 18 e i 49 anni, vengono utilizzati i vaccini di Pfizer e Moderna, mentre per i 50-59enni a questi due si aggiunge anche il monodose Johnson&Johnson. Infine, per gli over 60 vengono usati i vaccini di Astrazeneca o J&J. Per la categoria dei fragili, solo Pfizer e Moderna.

di Francesco Franza

Fonte Foto: fondazioneveronesi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *