Parte la Milano Design Week 2021 tra innovazione e sostenibilità

Condividi questo contenuto:

Torna dal 4 al 10 settembre a Milano la Milano Design Week, in occasione del Salone del Mobile. L’appuntamento in città è parte del percorso avviato lo scorso aprile con Fuorisalone Digital Edition ed esplorerà il tema “Forme dell’Abitare”, provando a fare un punto sugli interrogativi che animano il settore arredo e design. Gli appuntamenti del Fuorisalone restituiranno una fotografia in equilibrio tra design, arte, architettura e antropologia, con particolare attenzione ai temi del design circolare, della sostenibilità e del wellbeing. Brera Design Week torna con una serie di eventi, mostre, idee e novità di prodotto. A oggi più di 80 luoghi coinvolti, tra showroom permanenti, veri protagonisti dell’edizione, e nuove presenze in location temporanee. Il tema dell’abitare viene indagato da diversi punti di vista con un approccio phygital all’evento per rispettare il momento storico e testare nuove forme di relazione con il pubblico. L’edizione 2021 sarà un’occasione di confronto e dibattito sulle rinnovate esigenze abitative e sugli spazi domestici, diretta conseguenza della pandemia. Superstudio Group propone un doppio appuntamento negli spazi di Superstudio, al civico 27 di via Tortona, e di Superstudio Maxi, il nuovo spazio espositivo tecnologico e sostenibile appena terminato in via Moncucco 35, prenderà forma una grande mostra-evento. Il nuovo progetto di Superstudio prende il nome di r/evolution: diventerà più simile a una mostra d’arte che a una fiera. Alcova, il format ideato da Joseph Grima e Valentina Ciuffi, ha scelto la nuova destinazione dove designer emergenti, artisti, gallerie e istituzioni si daranno appuntamento a settembre. Si tratta di un’ex area militare nel quartiere di Inganni, ormai inattiva dalla fine degli anni Novanta. 5VIE, distretto del centro storico meneghino, propone una serie di esposizioni-evento dal forte carattere performativo che seguiranno un preciso messaggio: quello dell’azione. Tra gli altri appuntamenti, la piattaforma HoperAperta propone una mostra a Palazzo Recalcati curata da Patrizia Catalano e Maurizio Barberis; “Masterly” a Palazzo Turati celebra il design danese; “Glass Utopia”, mostra curata da Mr. Lawrence per Craft ACT: Craft + Design Center; “Design Made in Hong Kong” a cura dell’Istituto Italiano di Cultura di Hong Kong; “Line of Marble”, progetto di valorizzazione della pietra portoghese. Infine Base presenta We Will Design, una sperimentazione che parte dal micromondo di una stanza-atelier, si amplia alla dimensione collettiva del quartiere fino a spalancare uno sguardo sul nostro ecosistema Terra, per co-progettare un futuro più sostenibile attraverso il design.

di Francesco Franza

Fonte Foto: milanotoday.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *