Coronavirus, 100 milioni di dollari in arrivo dagli USA.

Condividi questo contenuto:

WASHINGTON – «Cento milioni in materiale chirurgico, sanitario». Più una quota di «ventilatori in eccesso prodotti negli Stati Uniti». Dopo l’annuncio di domenica, nella tarda serata di ieri Donald Trump ha spiegato quale sarà la dimensione dell’aiuto americano all’Italia in difficoltà per il coronavirus. Tanto, poco? Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha ringraziato il leader americano: «Ho avuto una conversazione lunga e amichevole con il presidente Usa. Sono molto grato per la solidarietà e il sostegno degli amici americani. Continuiamo a lavorare per vincere questa difficile sfida». Lo stesso Trump ha commentato davanti ai giornalisti: «Ho parlato con il primo ministro Conte. Giuseppe (non più “Giuseppi” ndr) era contento». Gli Usa daranno una mano anche a Spagna e Francia. La sponda americana, dunque, alla fine si è materializzata, settimane dopo che si erano fatti avanti Cina, Russia e Cuba. Stando all’annuncio di ieri, però, non ci sarà quell’appoggio «monetario» cui aveva fatto riferimento Trump nel briefing di domenica 29 marzo, rispondendo a una domanda posta dal Corriere della Sera, attraverso il pool di giornalisti di turno. La consegna del nuovo materiale dovrebbe essere gestita in gran parte dal Pentagono che il 22 marzo scorso ha già spedito un «sistema mobile per la stabilizzazione dei pazienti»: 10 posti per assistere fino a 40 malati in 24 ore. Una scelta che risponde anche a esigenze politiche.

Fonte: Corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *