Achille Lauro, la mostra con i suoi abiti e oggetti di scena al Mudec di Milano

Condividi questo contenuto:

Fino al 10 ottobre al Mudec sarà possibile visitare la camera delle meraviglie di Achille Lauro, con abiti firmati Gucci e tante altre curiosità esposte. L’enfilade lunga 22 metri, consisterà nell’affiancare la perfezione estetica della performance, con i suoi mirabili abiti, alla reale vita del backstage, attraverso uno still life degli scenari che mostrano le fasi di produzione e di creatività precedenti al palco. Ancora una volta il tema dell’inatteso diventa parte integrante delle performance dell’artista, catturato nell’attimo della sua creazione attraverso scatti fotografici d’autore. Strumenti, aste, chitarre, abiti iconici, ma anche tazzine di caffè sporche di rossetto, bottigliette d’acqua accartocciate, diari, appunti, trucchi, parrucche e marchingegni con finto sangue. Moda e meraviglia, un connubio emozionante che identifica Museo e Artista e li unisce in una esposizione-evento senza precedenti. Il MUDEC che negli anni ha ospitato wunderkammern ben più antiche, come quella settecentesca di Manfredo Settala, si apre oggi alla stanza delle meraviglie di Achille Lauro. In mostra la perfezione estetica della performance di Lauro, con i suoi mirabili abiti, e la reale vita del backstage, attraverso uno still life degli scenari che mostrano le fasi di produzione e di creatività precedenti al palco. Strumenti, aste, chitarre, abiti iconici, ma anche tazzine di caffè sporche di rossetto, bottigliette d’acqua accartocciate, diari, appunti, trucchi, parrucche e marchingegni con finto sangue. L’esposizione racconta il processo creativo dell’artista e del suo team, sbirciando nei momenti in cui l’arte ha preso vita. Il mondo prima dell’inatteso del palcoscenico riprende la sua forma e si espone, diventando parte integrante delle performance dell’artista. L’esposizione accompagnerà l’uscita in libreria del volume fotografico edito da 24 ORE Cultura “Achille Lauro”, una grande antologia di immagini dedicata all’artista dedicato non solo ai fan, ma a tutti gli amanti della moda, dell’arte e della cultura pop.

di Francesco Franza

Fonte Foto: spettacolo.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *