Nasce il nuovo asse verde di zona Città Studi

Condividi questo contenuto:

Con la partenza dei lavori di riqualificazione di via Pacini, da via Ampère a via Capranica, nasce il nuovo asse verde di zona Città Studi. L’intervento, durerà circa sei mesi, e si pone quattro obiettivi: migliorare e garantire sicurezza per la percorribilità pedonale della zona; favorire la fruibilità del parterre centrale quale spazio di socialità urbana con arredi e aree di sosta per biciclette e pedoni; garantire una maggiore salvaguardia del verde esistente affiancato da nuove piantumazioni che favoriscono la biodiversità urbana e il drenaggio del terreno; non ultimo, riordinare e tutelare la sosta dei veicoli per residenti grazie al tracciamento delle strisce blu a pagamento per i non residenti. I lavori per la riqualificazione dell’asse viario si svolgeranno in due diversi momenti per ridurre i disagi e l’impatto sulla viabilità e sui residenti. Si partirà prima con la tracciatura delle strisce blu di sosta per auto e moto e successivamente con il ripristino dell’area centrale quale spazio pedonale. Queste le parole dell’assessora all’ambiente Elena Grandi: “Con questo progetto, diamo il via alla profonda trasformazione del parterre alberato di via Pacini, che permetterà di creare una nuova area verde fruibile da tutti. Questa è la via giusta da percorrere per rendere la nostra città più vivibile. Fondamentale per il nostro futuro è ridurre lo spazio a disposizione delle auto a favore della socialità e del verde, tutelare i nostri alberi e rendere il suolo permeabile. Inoltre migliorando la mobilità urbana si interverrà anche sulla qualità dell’aria che respiriamo per giungere a realizzare una città carbon free e sempre più libera dalle polveri sottili. Via Pacini sta cambiando. Abbiamo scelto di restituire il parterre alla città e ai cittadini, soprattutto ai residenti del quartiere, sottraendola al caos dei parcheggi selvaggi”.

di Francesco Franza

Fonte Foto: milanotoday.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *