NotizieSalute

Dopo il decreto sul green pass boom di prenotazioni per il vaccino

Condividi questo contenuto:

Complici le nuove norme sul green pass varate dal governo, cresce l’adesione alla campagna vaccinale in Lombardia. Come in Francia dopo l’annuncio di Macron, anche in Italia si inizia a vedere il cosiddetto “effetto green pass”, con l’aumento di prenotazioni che riguarda diverse regioni. Le indiscrezioni dei giorni sulla volontà del governo di introdurre la certificazione verde obbligatoria per poter accedere a determinate attività e la conferenza stampa di giovedì sera del premier Mario Draghi dopo il Consiglio dei Ministri hanno avuto come effetto un aumento delle prenotazioni dei vaccini. Giovedì in Lombardia quasi 50mila cittadini, si sono prenotati per la prima dose, quasi 30mila in più rispetto al giorno prima, con un numero che si attestava su 28.368. Tra i lombardi la corsa ai vaccini era già iniziata da qualche giorno, dal 14 luglio, il giorno dopo l’annuncio di Macron sull’introduzione del “lasciapassare” verde e l’avvio del dibattito qui in Italia, fino ai numeri registrati giovedì. Queste le parole della vicepresidente ed assessora al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti: “Chi non si è ancora vaccinato da oggi sino all’1 agosto potrà usufruire di uno dei 100mila nuovi slot per prime dosi che siamo riusciti a mettere a disposizione dei cittadini lombardi di tutte le età. Un ulteriore sforzo per agevolare la vaccinazione, unico mezzo per contrastare e vincere il virus e proteggere sia la propria salute, sia quella della comunità”. Tra i nuovi vaccinati anche Matteo Salvini. Il leader della Lega da giorni rinviava l’appuntamento col vaccino e la sua posizione sui vaccini è sempre stata molto flessibile, tanto che per molti dei cosiddetti “no vax” era diventato un esempio a seguire. 

di Francesco Franza

Fonte Foto: salute.gov.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *